Ventilatori industriali usati. Se vuoi evitare di prendere una bidonata, segui questa lista di controllo in 4 punti prima di acquistarne uno.

di | Giugno 26, 2018

Ventilatori industriali usati. 4 controlli per evitare di prendere una bidonata

Acquistare dei ventilatori industriali usati può essere una vera e propria scommessa.

Certo, puoi risparmiare rispetto alla stessa ventola nuova.

Ma è anche vero che la probabilità di comprare un ventilatore usato che NON ti darà nessun problema è la stessa di vincere al super-enalotto.

Ho risolto diverse volte problemi a clienti che avevano acquistato ventilatori industriali usati.

Luigi e le disavventure con i ventilatori industriali usati

Luigi nella sua massima felicità

L’ultimo caso è quello di Luigi, che due settimane fa mi ha inviato – per eseguirne una revisione completa – un ventilatore industriale comprato ad un’asta.

Da un rapido controllo era necessario cambiare i cuscinetti del motore, sabbiare e verniciare nuovamente la chiocciola piena di macchie di ruggine ed infine riparare alcune saldature sulla girante.

Mando il preventivo dei lavori a Luigi. Tre minuti dopo mi chiama:

Perfettibile ma sei matto? Con tutti quei soldi quasi ne compro uno nuovo!

Ha ragione. In effetti anche a me sarebbe costato meno costruirne uno nuovo piuttosto che riparare il ventilatore che mi aveva inviato.

Questo è uno dei tanti problemi ai quali puoi andare incontro acquistando ventilatori industriali usati.

Se sei fortunato te la cavi con una semplice equilibratura della ventola.

Se invece hai la nuvola di Fantozzi che ti perseguita, potresti anche essere costretto a ricostruire da capo – dopo pochi mesi dall’acquisto – un ventilatore andato in mille pezzi.

Ho quindi deciso di scrivere questo breve articolo, all’interno del quale ho condensato la mia esperienza degli ultimi anni.

Ventilatori industriali usati. Una check-list in 4 punti per trovare il vero AFFARE, evitando di portarti a casa una rogna che ti brucerà soldi in continuazione.

Riflettendo sugli aspetti più importanti che dovresti tenere in considerazione per acquistare una ventola usata, ho trovato i 4 punti che trovi elencati più avanti.

Non sono leggi o raccomandazioni tratte da delle norme. Anzi, non credo che troverai da nessuna parte questa breve lista di controllo, visto che nasce esclusivamente dalla mia esperienza e dalla mia conoscenza dei ventilatori.

Forse proprio per questo motivo sono consigli molto preziosi.

Vediamoli nel dettaglio uno per uno.

Senza la curva di portata pressione i ventilatori industriali usati valgono solo come rottame.

Se vuoi acquistare un ventilatore usato, immagino che la tua idea sia di utilizzarlo in qualche modo nei tuoi impianti.

Avrai quindi bisogno di una certa portata ed un valore di pressione.
Ventilatori industriali usati contattami per una consulenza

Questi dati purtroppo non sono quasi mai indicati sulla targa dati del ventilatore.

Ecco perché dovresti acquistare ventilatori industriali usati solo se è disponibile anche la curva di portata e pressione. Anzi questo grafico lo devi consultare prima di decidere se comprare o meno quella ventola.

Per tua utilità, ti riporto qua sotto un breve video all’interno del quale ti mostro come utilizzare una curva di portata e pressione di un ventilatore.

Un obbligo troppo spesso trascurato. Il manuale di uso e manutenzione.

Che tu voglia acquistare ventilatori industriali usati per poi rivenderli piuttosto che per installarli nei tuoi impianti, per legge devi avere un manuale di uso e manutenzione della ventola.

Quindi i casi sono due.

Quello corretto: acquisti solo ventilatori industriali usati dotati di manuale.

Quello pericoloso: compri quello che passa il convento e poi ti metti testa bassa a scrivere di tuo pugno un manuale di uso e manutenzione. Il problema è che per seguire questa seconda strada, dovresti sapere perfettamente come si installa, avvia e quali manutenzioni eseguire su dei ventilatori industriali.

Sicuro di poterti cimentare in questa impresa?

Nemmeno chi i ventilatori industriali li costruisce spesso sa come si deve scrivere un manuale di manutenzione.

Se poi sei l’utilizzatore finale, cioè chi questi ventilatori industriali usati li deve installare nei propri impianti produttivi, è FONDAMENTALE per te conoscere quali attività di manutenzione – e con quali periodicità – devi eseguire per mantenere le ventole in un buono stato di salute.

Infine, nel manuale di uso e manutenzione – se il costruttore di ventilatori ha fatto bene il suo lavoro – dovresti trovare i limiti di impiego di quella ventola.

Leggere questo documento prima di procedere con l’acquisto ti protegge dal rischio di acquistare un ventilatore che poi NON potrai utilizzare nel tuo impianto.

Proteggi le dita tue e dei tuoi collaboratori. Scegli solo ventilatori usati completi di protezioni.

Qualsiasi ventola industriale – per poter funzionare – ha bisogno di essere messa in rotazione.

A seconda del tipo di esecuzione costruttiva, potresti avere la girante direttamente montata sul motore elettrico oppure su un albero collegato a quest’ultimo da una trasmissione a cinghie o da un giunto meccanico.

ventilatori industriali usati protezioni organi in movimento corrette

Un esempio – su un mio ventilatore – di protezioni corrette

In ogni caso ci sono una o più parti in rotazione ad alta velocità che rappresentano un pericolo per i lavoratori.

Per questo motivo vengono spesso – in realtà dovrebbe essere sempre così per legge – rinchiusi dentro delle protezioni fisse o carter anti-infortunistici.

Li riconosci perché solitamente hanno un colore giallo o arancione.

Come detto, sono un obbligo di legge. Se compri un ventilatore industriale usato che ne è sprovvisto, poi tocca a te installarli.

E no, non sono dei semplici pezzi di ferro messi lì tanto per fingere di aver fatto i compiti a casa.

Devono realmente proteggere i lavoratori dal contatto con le parti in rotazione. Anche nel caso in cui – inciampando – ci si appoggino o ci cadano sopra.

Se quindi acquisti dei ventilatori industriali usati che NON hanno le protezioni installate, rivolgiti ad aziende specializzate per la costruzione di questi componenti salva dita.

Ventilatori industriali usati senza Dichiarazione conformità CE (e altre norme applicabili)? Ahi ahi ahi.

Quando ero bambino passavano spesso in TV la pubblicità con il noto slogan “No Alpitour? Ahi ahi ahi

Mostrava persone che erano andate in vacanza organizzando tutto per conto proprio, che alla fine si trovavano in situazioni poco piacevoli.

Ecco, quando sento di persone che hanno acquistato dei ventilatori industriali usati senza una dichiarazione di conformità CE o – peggio ancora – senza marcatura CE, mi viene in mente il finale dello slogan.

Ahi, ahi, ahi!

Se installi dei ventilatori industriali nel tuo impianto, DEVI avere queste carte. Non si tratta solo di burocrazia.

La dichiarazione di conformità – e di conseguenza la marcatura CE – sono degli attestati che ti assicurano che un macchinario è stato progettato e costruito in accordo alla direttiva macchine 2006/42/CE.

Grazie a questi documenti puoi essere tranquillo di aver rispettato quelli che sono i tuoi obblighi come installatore o come utilizzatore.

Purtroppo però i ventilatori industriali usati provengono molto spesso da dei fallimenti. Vengono messi all’asta così come sono, senza preoccuparsi troppo di rimediare i relativi documenti.

Nessuna scheda tecnica. Niente manuale di uso e manutenzione. Figuriamoci la dichiarazione di conformità CE, spesso infilata in qualche archivio nell’ufficio amministrazione.

Se ti va bene, sul ventilatore è ancora presente la targa dati con il simbolo CE.

Ma devi essere davvero fortunato.

Cosa fare se hai acquistato dei ventilatori industriali usati senza marcatura CE?

Semplice. Devi occupartene tu.

Vesti i panni del costruttore di ventilatori e ti metti ad analizzare tutti i rischi propri del macchinario, verifichi se dal punto di vista meccanico tutti i componenti resistono alle condizioni di lavoro ed emetti – sotto tua responsabilità civile e penale – una dichiarazione di conformità CE.

Come dici? Non sai minimamente come si progetta un ventilatore industriale?

E secondo te perché ti sto dicendo di NON acquistare dei ventilatori industriali usati sprovvisti di dichiarazione di conformità CE?
Sia chiaro. Lo stesso discorso vale per tutte le altre direttive e norme che potrebbero essere applicabili. Direttiva ATEX, direttiva PED, etc etc.

NON farti abbindolare dallo specchietto del prezzo. I ventilatori industriali usati difficilmente sono la soluzione giusta per il tuo impianto.

Quella che ti ho appena esposto è una breve lista di controllo che puoi utilizzare per essere certo di acquistare delle ventole usate ed evitare di spendere più di quanto hai risparmiato per metterle in condizione di lavorare.

Ti riassumo per comodità i 4 punti da controllare:

  1. Sono disponibili le curve di portata e pressione?
  2. Insieme al ventilatore ti danno anche il manuale di uso e manutenzione?
  3. Sono presenti (e sono in buono stato) le protezioni anti-infortunistiche?
  4. Ti viene fornita la dichiarazione di conformità CE o almeno è presente la marcatura CE sul ventilatore?

Vorrei però farti riflettere anche su un ultimo punto.

Se hai un impianto di produzione industriale, sei proprio certo che acquistare dei ventilatori industriali usati sia la scelta corretta?

Dal punto di vista dell’investimento, puoi certamente immaginare che una macchina nuova può durare molto di più di una già usata.

Pensando invece al funzionamento dell’impianto?

A meno di non trovare un ventilatore usato del tutto identico a quello che hai già installato – quali garanzie e quali certezze hai che la ventola usata poi sarà idonea a lavorare nelle condizioni di esercizio di cui hai bisogno?

Te lo dico io. Nessuna.

Per questo motivo il mio consiglio è quello di acquistare sempre delle ventole nuove, fatto salvo il caso in cui il ventilatore ti serve solo per muovere dell’aria nel capannone.

Prendendo alcune precauzioni – di cui parlo in questo articolo sui ventilatori industriali – potrai acquistare una ventola da installare nei tuoi impianti e stare certo di:

  • Ottenere realmente i valori di portata e pressione di cui il tuo processo ha bisogno.
  • Rispettare tutte le leggi e le direttive sulla sicurezza e salute dei luoghi di lavoro.
  • Installare un ventilatore in grado di funzionare per decenni, con una manutenzione minima.

Il tutto SENZA spendere cifre molto più elevate di quelle che potresti pagare per dei ventilatori industriali usati.

E senza trovarti nella situazione di Luigi, che ha pagato la riparazione dell’usato quasi quanto gli sarebbe costato un ventilatore nuovo di zecca.

Direi che non c’è paragone, o sbaglio?

Mai più guasti improvvisi!

Il Signore delle Ventole

P.S. Hai acquistato dei ventilatori industriali usati prima di leggere questo articolo e ora hai il dubbio di aver commesso una leggerezza?

Oppure vorresti revisionare e rimettere a nuovo un vecchio ventilatore?

Nessun problema, clicca sul pulsante che trovi qua sotto e lascia i tuoi dati nel modulo contatti che ti apparirà.

Ventilatori industriali usati contattami per una consulenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.