Chi Sono

Steel City, anno 2015.

Il mondo vive ormai da anni in una enorme crisi sociale.

La rassegnazione ha esiliato la speranza. La paura regna sovrana.

Nelle lunghe e fredde notti, bande di oscuri individui scorrazzano indisturbate per le vecchie linee di produzione.

Il loro obiettivo è creare il caos. Gettare tutta Steel City nell’incubo peggiore: la fermata non programmata.

Come lupi affamati danno la caccia a ventilatori innocenti – inermi ed eroici nel loro lavorare imperterriti nonostante i lunghi anni senza cure – che alimentano il fuoco sacro dell’altoforno.

Subdoli ed ingannevoli, si spacciano per esperti nella manutenzione di qualsiasi macchinario. Ma in realtà, una volta dentro negli stabilimenti non fanno altro che dare martellate a tutto ciò che incontrano.

I cuscinetti più giovani non riescono più a ruotare sereni, terrorizzati dai racconti che sentono su queste squadre del “Martello Nero”.

I responsabili di manutenzione, sfiancati dalle continue riduzioni di budget, cercano di combattere meglio che possono l’avanzata del Male.

Sono rimasti in pochi, stanchi e stremati. Il resto della popolazione li considera oramai un peso.

Cercano di resistere, ma il nemico è sempre più forte e veloce nei suoi attacchi.

Negli ultimi mesi però qualcuno – segretamente – si è unito a loro in questa battaglia.

È il loro unico alleato.

Agisce nell’oscurità più totale, in silenzio.

Nessuno ha mai visto il suo volto. Un elmo in acciaio lucidato lo nasconde. Ha un’immensa ventola in cima, capace di scatenare i peggiori venti di tempesta contro i suoi nemici.

C’è chi pensa che non sia un essere umano, ma un Dio guerriero sceso dall’Olimpo delle macchine eterne.

Per i suoi modi poco ortodossi, la polizia – corrotta e pagata profumatamente dall’esercito di sabotatori – ha messo una taglia sulla sua testa.

Come uno dei peggiori rinnegati è costretto a combattere il Male e scappare dal Bene.

Non lascia tracce, a parte la sua firma:

Mai più guasti improvvisi

Il Signore delle Ventole

Ecco, mi piacerebbe molto che questa fosse la mia storia.

Sono sempre stato un grande appassionato dei supereroi. (in fondo tutti, da piccoli, abbiamo sognato di essere Superman o Batman. Sarà capitato anche a te, no?)

Tornando alla realtà, mi presento per quello che sono veramente.

Non ho super poteri e sono un umano normale. (ahimè)

ventilazione sicura chi sono Diego Perfettibile
Mi chiamo Diego Perfettibile e da oltre 11 anni mi occupo di ventilazione industriale, progettando e fornendo ai miei clienti ventilatori di processo per i più svariati settori industriali.

La mia storia d’amore con i ventilatori è iniziata però molto tempo fa, quando ancora ero un bambino.

Sono cresciuto circondato da giranti, chiocciole e cuscinetti. Devi infatti sapere che mio padre quando ha fondato la società PBN nel lontano 1976, ha pensato bene – come tutti gli imprenditori di quella generazione – di costruire la nostra casa a soli 18,5 metri di distanza dall’azienda.

Ricordo come nelle domeniche pomeriggio, quando non c’era nessun operaio, io e mio fratello giocavamo a nasconderci dentro quegli enormi ventilatori in costruzione.

Un po’ più cresciuto, da ragazzo, durante le vacanze estive andavo “ad imparare il mestiere” come mi diceva sempre mio padre. Passavo così qualche mese in officina cercando di apprendere quanto più possibile dagli operai.

Una delle cose che più odiavo era dover avvitare e svitare i bulloni. Sbagliavo sempre il verso in cui girare la chiave, finendo per far cadere le viti che invece avrei dovuto serrare per bene. (con le ovvie risate di tutta l’officina)

Forse per questo motivo, i miei genitori hanno pensato che era meglio farmi proseguire con gli studi e mandarmi all’università.

Nelle pause estive invece che andare in officina passavo le giornate in ufficio a studiare formule e grafici dei ventilatori, affiancato dall’ingegnere che progettava le macchine per noi, l’Ing. Mauri, uno dei massimi esperti di ventilazione in Italia.

Fresco di laurea, la vita ha pensato bene di mettermi subito alla prova del fuoco. Mi sono ritrovato così – dall’oggi al domani – a dover gestire l’azienda che mio padre aveva fondato e fatto crescere.

Nel corso della mia carriera ho avuto la fortuna di dover affrontare i casi più complessi e difficili legati alla ventilazione.

Ventilatori per fumi alla temperatura di 900 °C, per impianti di abbattimento gas acidi o per il trasporto di polveri dure ed estremamente abrasive sono solo alcuni dei casi che quasi ogni giorno mi trovo a dover gestire.

Uno dei più grandi insegnamenti che mio padre – quando era ancora in vita – mi ha lasciato è stata la cura quasi maniacale della progettazione delle macchine per renderle quanto più possibile affidabili.

Dai un prodotto che NON crea mai problemi ed i clienti torneranno sempre da te

Queste erano le sue parole che sin da bambino mi ripeteva giorno dopo giorno.

Negli ultimi anni però – complice l’ultima crisi finanziaria – ho visto nascere una preoccupante tendenza.

Per quanto mi sforzassi di progettare e costruire i miei prodotti ricercando la massima affidabilità, vedevo sempre più clienti arrancare tra mille difficoltà legate alla gestione e conduzione degli impianti dove i miei ventilatori venivano installati.

Tagli di personale esperto, mancanza di budget e una sempre più diffusa tendenza a vivere alla giornata stavano trasformando il lavoro di chi deve gestire gli stabilimenti di produzione in un incubo.

Molto probabilmente sai di cosa sto parlando. Forse anche nella tua azienda vivi sulla tua pelle questa situazione.

Alcuni produttori di ventilatori – approfittando della situazione – viaggiavano a gonfie vele vendendo, come niente fosse, macchine non adatte all’impiego cui erano destinate attirando in trappola i clienti con lo specchietto del prezzo basso.

Ti confesso che stavo quasi per rinunciare a combattere quella che sembrava una guerra persa in partenza.

Mi sembrava di essere l’unico interessato a produrre ventilatori in grado di funzionare per decenni senza creare problemi.

Gli installatori di impianti erano poco sensibili al problema dell’affidabilità. Per loro era sufficiente che la macchina non si rompesse prima della fine del periodo di garanzia. Tutto il resto era superfluo se comportava un costo maggiore.

Poi un giorno qualunque di qualche mese fa, una frase sentita durante un discorso di un americano esperto di business mi ha messo di fronte agli occhi un possibile punto di svolta.

“Ecco come grazie alle parole di un vecchietto americano è nato il blog Ventilazione Sicura e come puoi utilizzarlo – se sei un responsabile di manutenzione – per avere un esercito di ventilatori inarrestabili e dire per sempre addio alle emergenze dovute ai guasti improvvisi.”

Mi trovavo seduto tra i banchi di uno dei più importanti eventi di formazione per imprenditori in Italia. Sul palco – a parlare ad una platea di oltre 600 persone – c’era un uomo anziano ma ancora in gran forma.

Il suo nome è Jay Abraham ed è riconosciuto in tutto il mondo come il più grande esperto di strategia per aziende e consulente delle più grandi multinazionali.

Stava parlando da diverse ore, con quel suo modo pacato ed affabile, condividendo con la platea tutta la sua storia ed il suo modo di vedere il mondo degli affari.

Ad un certo punto pronuncia quelle parole che per me hanno rappresentato un’epifania:

Il segreto è rendere più facile per i vostri clienti l’utilizzo dei vostri prodotti. Dovete pensare ai problemi che potrebbero dover affrontare e poi raccontare loro come prevenirli. Non importa se non ne sono consapevoli, è vostro dovere informarli ed aiutarli ad ottenere il massimo da quello che producete

Certo, suona come un consiglio banale.

Ma nella realtà, quanti dei tuoi fornitori si comportano realmente così?

Nei giorni successivi ho messo un po’ in moto le rotelle nel cervello. Mi sono spremuto le meningi cercando un modo per applicare quel consiglio.

È così che è nato il blog Ventilazione Sicura.

Mi sono reso conto che negli anni ho affrontato e risolto numerosi problemi di funzionamento dei ventilatori industriali.

Lavorando con centinaia di clienti ho avuto la fortuna di vedere i miei prodotti installati in quasi tutti i diversi settori industriali.

Così ho deciso di condividere queste mie conoscenze con chi – come te – deve occuparsi della manutenzione degli impianti e garantire così che la produzione possa andare sempre a pieno ritmo SENZA intoppi.

Voglio però chiarire immediatamente un punto importante.

Sono un esperto SOLO di ventilatori industriali e di come eseguire una corretta manutenzione per garantire al 100% il funzionamento continuo degli impianti, eliminando emergenze e mancata produzione causate da guasti improvvisi su queste macchine.

È molto probabile che puoi applicare i miei consigli anche ad altri macchinari, ma dato che sono al di fuori delle mie competenze ti consiglio di rivolgerti in quei casi ai produttori che sicuramente ne sanno più di me.

Una cosa che NON voglio è infatti spacciarmi per un esperto di manutenzione generico. È una questione di onestà professionale.

Sono cresciuto in mezzo ai ventilatori e solo per queste macchine posso esserti realmente utile.

Inoltre collaborando con molti responsabili di manutenzione dei miei diversi clienti, mi è stato possibile toccare con mano le difficoltà ed i guasti sui ventilatori che magari anche tu combatti ogni giorno.

Mai più guasti improvvisi.

Il Signore delle Ventole

Iscriviti alla newsletter