Cosa indica la portata normale e perché è l’equivalente della lingua inglese per il mondo dei ventilatori industriali. Episodio #8 del podcast GIRAMENTI DI PALE.

di | Aprile 12, 2018

Giramenti di pale episodio 8 Cosa indica la portata normale e perché è l’equivalente della lingua inglese per il mondo dei ventilatori industrialiHey, siamo già quasi arrivati alla prima decina di puntate di questo podcast.

Le domande si fanno sempre più interessanti.

Come ad esempio quella alla quale voglio rispondere oggi, inviata da Zeno (bellissimo nome tra l’altro, molto particolare).

Zeno mi chiede:

La portata in normalmetri cubi ora e la portata in metri cubi ora, sono la stessa cosa o sono due cose totalmente diverse?

 


Questa è una di quelle domande che – quando ho iniziato a fare questo lavoro – avevo sempre in testa come un cruccio, ma non volevo farla per non passare per quello che non sapeva niente.

Ero appena laureato, si sentiva “la puzza di latte sotto i baffi”, questo è quello che mi dicevano i miei clienti.

Mai e poi mai avrei fatto una domanda simile.

Quindi mi sono messo alla ricerca sui libri, anche perché all’epoca internet non era quello che vediamo oggi.

Non ho smesso di cercare finché non ho scoperto la risposta.

Se all’epoca avessi fatto subito questa domanda, mi sarei risparmiato diversi mesi ad ostentare una finta faccia da intelligente pensando a queste due diversi nomi della portata.

Quindi capisco la tua domanda Zeno e vediamo subito di rispondere.

Portata normale. Che cosa è in parole povere e in cosa differisce rispetto alla portata in m³/h?

Partiamo da un punto fermo.

Il normal metro cubo o il metro cubo, sono sempre un cubo di una dimensione di un metro per lato.

Quindi è un metro cubo in entrambi i casi, il volume è uguale.

Quello che cambia tra i due (o che può cambiare) è la quantità di sostanza che c’è dentro. In questo caso stiamo parlando di ventilatori quindi immagino che ti riferissi a dei gas.

Quanto gas puoi mettere dentro ad un metro cubo?

La quantità di gas che può stare dentro un volume – se ci pensi questa è la definizione di densità – varia a seconda della temperatura, della pressione atmosferica, l’altitudine, etc.

Ho scritto un articolo abbastanza esaustivo che parla proprio del calcolo della densità di un ventilatore.

Tornando a noi, se cambia la densità allora cambia quanto gas puoi mettere all’interno di un contenitore con un volume di un metro cubo.

Quindi per definire in maniera corretta il volume, dovresti conoscere anche a quale densità è calcolato.

La portata normale è come la lingua inglese. Uno standard che permette a tutti di comunicare su uno stesso livello.

Il normal metro cubo è una grandezza che si è presa come convenzione, proprio per avere tutti quanti un modo comune per riferirci a questo volume.

Se infatti io ti parlo di un volume di gas ad una temperatura di 500 °C, e tu invece pensi che sia a 20 °C, anche se stiamo parlando sempre di un metro cubo, abbiamo in mente due grandezze diverse.

Ecco perché si è deciso di introdurre il normal metro cubo (Nm³), e di conseguenza la portata normale in Nm³/h.

Questo volume è riferito alle condizioni “normali” ovvero aria secca a 0°C (quindi 273 K) pressione barometrica pari 101325 Pa e altitudine sul livello del mare.

ATTENZIONE: la portata normale è una grandezza fittizia, creata per convenzione.

Non puoi usarla nelle curve dei ventilatori per selezionare la giusta ventola per il tuo impianto. (a meno che non devi farla lavorare a 0°C, sul livello del mare)

A seconda dell’applicazione e delle condizioni ambientali in devi installare un ventilatore, la portata reale in metri cubi ora cambierà a seconda del valore di densità del gas.

Come puoi convertire la portata normale in metri cubi ora effettivi?

La trasformazione dei normal metri cubi in metri cubi effettivi si ottiene dal rapporto tra le due diverse densità del gas.

portata normale formula conversione in metri cubi effettivi
Dove QN è la portata normale, Q è la portata effettiva, ρN è la densità nelle condizioni normali e ρ è quella nelle condizioni in cui vuoi far funzionare il ventilatore.

PROBLEMA: i ventilatori NON sanno cosa sia la portata normale.

Come ti ho spiegato prima, i normal metri cubi sono una grandezza convenzionale usata per “parlare tutti la stessa lingua”.

C’è però un piccolo inghippo: i ventilatori sono delle macchine che danno sempre lo stesso volume, a prescindere da quali sono le condizioni di temperatura e pressione in cui lavorano.

Cioè forniscono sempre la stessa portata volumetrica.

Se il tuo impianto rientra in una di quelle applicazioni nelle quali si deve mantenere costante la portata normale o la portata massica – come può essere ad esempio l’aria di combustione per un bruciatore – le cose si fanno un po’ più complicate.

A parità di portata normale, avrai infatti diversi valori di portata volumetrica a seconda delle condizioni di funzionamento del ventilatore (temperatura, pressione, umidità, etc)

Devi quindi convertire la portata normale in portata effettiva per ognuna delle condizioni di esercizio di cui hai bisogno.

Come scegliere un ventilatore industriale sulla base di una portata normale?

Tieni a mente questo piccolo consiglio.

Non dimensionare mai un ventilatore sulla base della portata normale, altrimenti ti troversti ad acquistare una ventola sottodimensionata.

Se infatti hai bisogno di 100 Nm³/h, applicando la formula che ti ho mostrato sopra nel 99,9% dei casi la portata in metri cubi effettivi sarà più alta di 100.

Come fare allora?

Converti il valore di portata normale in portata effettiva per ogni singola condizione di lavoro di cui hai bisogno nel tuo impianto.

Tra questi valori, utilizza quello più grande per dimensionare il ventilatore.

Tutte le altre condizioni ad una portata effettiva più bassa li potrai ottenere con una regolazione della ventola. (tramite una serranda in aspirazione o variando il numero di giri a cui funziona)

In sintesi

La portata in normali metri cubi ora è un modo convenzionale di esprimere la portata a delle condizioni che sono standard per tutti quanti.

Sono definite in modo che tutti possiamo parlare la “stessa lingua” e evitando fraintendimenti.

È però una portata fittizia – non reale – che devi poi convertire in quella che è la portata effettiva prima di scegliere il ventilatore da acquistare.

Per fare questa conversione si usa la formuletta molto semplice che ti ho mostrato sopra.

Per scoprire come calcolare la densità nelle tue condizioni di funzionamento puoi andare a leggere l’articolo che ho scritto sulla densità di un ventilatore.

Altrimenti lasciami un commento o ponimi la tua domanda qua sotto nei commenti.

Hai deciso di restare ancora dietro le quinte?

I WANT YOU! Fammi una domanda per il podcast Giramenti di Pale
Sono affamato di domande vere, da parte di chi tutti i giorni deve progettare impianti industriali nei quali vanno inseriti dei ventilatori.

 

Quindi se tu sei uno di questi, voglio proporti uno scambio alla pari.

 

Qualsiasi sia il dubbio, la domanda o una cosa poco chiara che ti frulla in testa in merito ai ventilatori industriali, scrivimela nel modulo che ti appare cliccando sul pulsante qua sotto.

Userò la tua domanda per creare una nuova puntata del podcast ed in questo modo aiuterai altri tuoi colleghi a scegliere sempre e solo i migliori ventilatori per il proprio impianto.

 

Se invece vuoi semplicemente commentare questa nuova iniziativa (non essere troppo severo, mi raccomando 😉 ) non esitare: lasciami un commento in basso e aiutarmi a divulgare questo piccolo contributo che sto cercando di dare per illuminare il mondo dei ventilatori distribuendo quante più informazioni disponibili.

 

Ci vediamo fra una settimana.

 

Mai più guasti improvvisi!

 

Il Signore delle Ventole

Un pensiero su “Cosa indica la portata normale e perché è l’equivalente della lingua inglese per il mondo dei ventilatori industriali. Episodio #8 del podcast GIRAMENTI DI PALE.

  1. Pingback: Quando possono essere utilizzati i ventilatori industriali? - Silvano Orsini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.